Napoli: tra i nuovi assessori anche figlia di Silvia Ruotolo

Gen 2013

A seguito della candidatura in Parlamento, con la lista del candidato premieri Ingroia “Rivoluzione Civile”, di alcuni dei precedenti assessori della Giunta comunale di Napoli, si è reso necessario per il sindaco Luigi De Magistris modificarne la composizione. Le dimissioni, nello specifico, hanno riguardato  Alberto Lucarelli, assessore alla Democrazia partecipativa e Sergio D’Angelo, assessore alle Politiche sociali.

Tra le nuove nomine figura anche il nome di Alessandra Clemente, ora assessore alle Politiche Giovanili, Innovazione e Creatività. Clemente è la figlia di Silvia Ruotolo, ormai nota vittima innocente della camorra. Difatti, a soli 39 anni nel 1997, fu assassinata durante un truce agguato diretto ad un’altra persona, Salvatore Raimondi, uno degli affiliati al clan Cimmino. La Ruotolo fu uccisa con svariati colpi di pistola davanti agli occhi della figlia Alessandra.

Per quanto concerne le altre cariche, la delega al Patrimonio viene sottratta a Bernardino Tuccillo e assegnata a Carmine Piscopo, Presidente della Commissione Edilizia del Comune. Insieme alla delega al Patrimonio, Piscopo riceve anche quella all’Edilizia privata.

nuovi assessori giunta napoli


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi