Napoli, Vesuvio: Protezione Civile allarga la zona rossa

Gen 2013

Il Comitato Operativo della Protezione Civile ha da poco dato aggiornamenti circa la zona rossa dell’area del Vesuvio. Questa si configura come quell’area comprendente tutti i comuni della provincia di Napoli che si trovano ai piedi del Vesuvio e che sono ad alto rischio, trovandosi ai piedi di uno dei vulcani più pericolosi del mondo.

Fino ad oggi la zona rossa comprendeva 18 comuni, ma secondo le ultime notizie della Protezione Civile, si è allargata a ben 24. Infatti, è stata inserita, tra le altre, anche la municipalità 6 Napoli est (Barra, Ponticelli e San Giovanni a Teduccio). Il Comitato Operativo, inoltre, ha anche quantificato il numero di persone che rientrano in tutta l’area a rischio: sono 800mila.

C’è da dire che, secondo le parole degli esperti, al momento la zona del Vesuvio non presenta un profilo di rischio, ma”sui Campi Flegrei, invece, vi è una situazione di attenzione con un aumento dei livelli di monitoraggio da parte della Comunità scientifica e dello stesso Osservatorio”. Proprio per questo, la Protezione Civile Nazionale ha chiesto a Regione Campania e Comuni vari di effettuare un censimento dei cittadini che potenzialmente potrebbero essere coinvolti da eventi calamitosi, così da avere una buona mappatura e per poter diminuire il numero degli abitanti da evacuare.

Vesuvio comuni zona rossa


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi