Napoli Teatro Festival 2014 | Programma completo e biglietti

Mag 2014

Napoli Teatro Festival, programma spettacoli ed informazioni biglietti

Tutte le informazioni sui biglietti, le promozioni e sul programma completo degli spettacoli della settima edizione del Napoli Teatro Festival Italia

Dal 6 al 22 giugno 2014 Napoli tornerà ad essere un palcoscenico a cielo aperto grazie alla kermesse Napoli Teatro Festival, giunta quest’anno alla settima edizione.

Il programma del festival prevede 19 prime assolute, 9 prime italiane e 2 riallestimenti, 3 focus tematici (sul mondo dei bambini, su Cechov e su Eduardo De Filippo) e diverse location, come alcuni teatri partenopei ma anche luoghi più “insoliti”, tra cui il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, il Dormitorio Pubblico e l’Accademia delle Belle Arti.

Biglietti, promozioni ed abbonamenti

Dall’8 maggio 2014 si possono acquistare i biglietti per assistere agli spettacoli del Napoli Teatro Festival. La biglietteria ufficiale del festival sarà il Teatro Mercadante, in piazza Municipio, ma ci si potrà recare anche presso i punti vendita TicketOnLine e presso le location degli eventi nei giorni di spettacoli.

Per acquistare telefonicamente tramite operatore, bisogna contattare lo 081 0322362 oppure lo 081 5934001.

Per acquistare i biglietti online basta andare sul sito ufficiale del Napoli Teatro Festival.

Spettacolo del Napoli Teatro Festival

Prezzi biglietti:

Biglietto singolo:

  • Intero: 30 euro
  • Community Napoli Teatro Festival (Iscritti alla newsletter): 20 euro
  • Ridotto Under 26/Over 65 e possessori Card Professionale: 18 euro

Abbonamenti:

Fino al 16 maggio sarà possibile acquistare gli abbonamenti del Festival a prezzi scontati:

  • 70 euro anziché 100 per l’Abbonamento Standard (6 spettacoli a scelta: 2 in fascia verde, 2 in fascia blu e 2 in fascia rossa)
  • 75 euro anziché 110 per il Carnet Coppia (2 ingressi per 3 spettacoli a scelta: 1 in fascia verde, 1 in fascia blu e 1 in fascia rossa)
  • 70 euro anziché 100 per il Pacchetto Focus Cechov (2 ingressi per 3 spettacoli tratti dalle opere di Anton Cehcov)

Per informazioni sulle fasce degli spettacoli consultare il sito ufficiale del Napoli Teatro Festival.

Locandina della kermesse Napoli Teatro Festival Italia

Programma completo del Napoli Teatro Festival

Reshimo
coreografia di Noa Wertheim – Vertigo Dance Company

  • La compagnia di danza israeliana Vertigo Dance Company torna ad esibirsi al Napoli Teatro Festival per il terzo anno consecutivo ed inaugura la celebre kermesse con una nuova coreografia di Noa Wertheim su musiche di Ran Bagno che si muove in bilico tra movimento sensuale e tribale, indagando la dicotomia tra infinito e finito.

Quando: 6 e 7 giugno 2014 ore 21:30
Dove: Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Il sindaco del Rione Sanità 
di Eduardo De Filippo, regia di Marco Sciaccaluga

  • Primo omaggio del festival ad Eduardo, per i trent’anni dalla sua scomparsa. Il testo è riadattato per la scena da Marco Sciaccaluga che per la prima volta si confronta con un testo eduardiano, interpretato da Eros Pagni. Una celebre commedia che intendeva “dare una precisa indicazione alla giustizia”.

Quando: 7 e 8 giugno 2014 ore 20:30
Dove: Teatro San Ferdinando

Per oggi non si cade 
di Manlio Santanelli, regia di Fabio Cocifoglia

  • Napoli è per un giorno senza forza di gravità, cosa accadrebbe? Ecco volteggiare a mezz’aria sacchetti pieni di immondizia, palloni, gusci di cozze. Lo spettatore, grazie ad audio-guide, ascolterà la paradossale storia osservando le installazioni realizzate da dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti.

Quando: 7, 9, 10, 11, 12, 13, 14 giugno 2014 ore 20:45, 21:15, 21:45, 22:15, 22:45
Dove: Accademia di Belle Arti

Il Giardino dei Ciliegi
di Anton Čechov, regia di Luca De Fusco

  • Luca De Fusco si ispira a Cechov per portare in scena il suo Giardino dei Ciliegi attraverso un approccio mediterraneo, per raccontare le difficoltà della società russa e della società meridionale di entrare nell’ottica della rivoluzione industriale.

Quando: 8 e 9 giugno 2014 ore 21:00
Dove: Teatro Mercadante

Mura
di Riccardo Caporossi

  • Spettacolo liberamente ispirato al mito della caverna di Platone, metafora della condizione umana rispetto alla conoscenza della realtà. “Ogni tentativo di comunicare resta bloccato da quella barriera; non necessariamente concreta e reale come un muro ma eretto con lo stesso miscuglio di odio, paura e mancanza di immaginazione”.

Quando: 8 giugno ore 20:00; 9 giugno ore 21:30
Dove:  Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Mana  
coreografia di Noa Wertheim – Vertigo Dance Company

  • Riallestimento di uno spettacolo “storico” della compagnia di Noa Wertheim del 2009, ispirato alla “mana”, la “forza sovrannaturale” della cabalistica medievale che racconta le bellezze metafisiche del creato, in un viaggio filosofico e mistico tra buio e luce, linea e cerchio, maschile e femminile, interno ed esterno, libertà e prigionia.

Quando: 8 giugno ore 20:00; 9 giugno ore 21:30
Dove: Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Finale di Partita 
di Samuel Beckett, regia di Lluis Pasqual

  • Lluis Pasqual propone un Finale di partita immerso nella cultura partenopea, per ispirarsi alle parole dette tempo fa proprio da Samuel Beckett: “In un tardo pomeriggio parigino sentii dire dalla sua bocca che il grande peccato dell’uomo è prendersi troppo sul serio. Sono convinto che il popolo napoletano, con i suoi attori e spettatori, praticano nella loro vita quotidiana, quella distanza che dà senso dell’umorismo e ironia all’esistenza”.

Quando: 9 e 10 giugno 2014 ore 21:00
Dove: Nuovo Teatro Nuovo

Caffè Nemirovski  
a cura di Patrizia Bologna e Stefania Maraucci

  • Alcuni racconti e romanzi brevi della celebre scrittrice ucarina Irène Némirovsky sono affidati alle voci di interpreti femminili e ne emerge una carrellata di uomini e donne dalle storie avvincenti e misteriose.

Quando: dal 9 al 21 giugno 2014 ore 19:00; 16 giugno ore 20:00
Dove: Ridotto del Mercadante; Museo Ferroviario di Pietrarsa (solo 16 giugno)

SHE-RA-ZADE National Ballet of Kosovo 
di Daniel Glattauer, regia di Paolo Valerio

  • Moderna versione di Sherazade che, attraverso il racconto di storie immaginarie e reali, riscatta la propria vita. La compagnia di danza del Kosovo sarà diretta dalla direttrice del Corpo di ballo del Teatro San Carlo Alessandra Panzavolta per sostenere la rinascita culturale del Kosovo per potersi riaffermare in Europa.

Quando: 11 giugno 2014 ore 20:30
Dove: Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Le ho mai raccontato del vento del nord
ideazione, coreografia e regia di Alessandra Panzavolta

  • Il caso editoriale dello scrittore e giornalista austriaco Daniel Glattauer che racconta dell’incontro casuale tra Emmi Rothner e Leo Leike, avvenuto per un errore di invio di una mail, diventa teatro, una commedia brillante che rappresenta una fiaba moderna.

Quando: 11 e 12 giugno 2014
Dove: Galleria Toledo ore 21:00

Zio Vanja
di Anton Čechov, regia di Andreij Konchalovsky

  • Andrei Konchalovsky presenta la sua versione di Zio Vanja in lingua originale, proponendo stessi attori e stessa scenografia anche per Tre sorelle, per evidenziare le similitudini tra questi due capolavori checoviani.

Quando: 13 e 14 giungo 2014 ore 20:30
Dove: Teatro Mercadante

Mettersi nei panni degli altri, vestire gli ignudi 
regia di Davide Iodice

  • Scrittura scenica collettiva realizzata da Davide Iodice insieme agli utenti del dormitorio pubblico di Napoli e del progetto Scarp de Tenis, che indagano il tema dell’identità perduta.

Quando: dal 12 al 15 giugno 2014 ore 17:00 e 18:00
Dove: Dormitorio pubblico di Napoli

Tre sorelle
di Anton Čechov, regia di Andreij Konchalovsky

  • Konchalovsky realizza la regia di Tre sorelle con lo stesso cast e scenografia di Zio Vanja. Un doppio allestimento che ha conquistato il pubblico inglese. Un’occasione unica per ascoltare Cechov in lingua originale.

Quando: 12 e 14 giugno 2014 ore 20:30
Dove: Teatro Mercadante

Addio alla fine 
coreografia di Emio Greco e Pieter C. Scholten, ideazione e design di Pieter C. Scholten

  • Spettacolo itinerante che condurrà gli spettatori dall’ingresso del Museo Ferroviario di Pietrarsa all’interno della Sala delle Locomotive dove si disporrà ai lati di una passerella su cui si svolge la performance; infine lo spettacolo si concluderà nell’Arena all’aperto a pochi passi dal mare. Al centro della coreografia l’importanza di essere responsabili e il coraggio di essere vulnerabili.

Quando: 13 e 14 giugno 2014 ore 21:30
Dove: Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Amerika
di Franz Kafka, regia di Maurizio Scaparro

  • La storia di Karl Rossmann, spedito in America come pacco postale per sfuggire ad uno scandalo per raggiungere lo zio Jacob e per coronare il suo “sogno americano”, in cerca di benessere in un paese che rivela già le sue contraddizioni ma anche la sua vitalità.

Quando: 13 e 14 giugno 2014 ore 19:30
Dove: Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Peggy Guggenheim donna allo specchio
di Lanie Robertson, regia di Alessandro Maggi

  • Monologo di Lanie Robertson interpretato da Fiorella Rubino, ispirato a Peggy Guggenheim, la più importante collezionista d’arte contemporanea di tutti i tempi che “ricorda i momenti salienti della sua incredibile vita, dipingendo un bellissimo ritratto di un’Europa a cavallo della seconda guerra mondiale”.

Quando: 14 giugno ore 21:00 e 15 giugno ore 21:30
Dove:  Nuovo Teatro Nuovo

Scende giù per Toledo 
regia di Arturo Cirillo

  • Scende giù per Toledo è un romanzo che racconta la vita, triste e divertente al tempo stesso, di Rosalinda Sprint, travestito napoletano alla continua ricerca di amore.

Quando: 15 e 16 giugno 2014 ore 21:30
Dove: Teatro Sannazaro

Il giorno in cui ci siamo incontrati e non ci siamo riconosciuti
regia di Giuseppe Sollazzo

Quando: 15 giugno ore 19:00 e 16 giugno ore 19:30
Dove: Teatro San Ferdinando

Lebensraum
regia di Jakop Ahlbom

  • Il regista svedese Jakop Ahlbom porta la magia del muto su un palcoscenico teatrale con uno spettacolo divertente e brillante, ispirato alle situazioni comiche di artisti come Buster Keaton e Stanlio e Ollio, ma con un sottofondo musicale che crea un contrasto tra le atmosfere visive anni Venti e la musica rock contemporanea.

Quando: 16 giugno ore 21:30 e 17 giugno ore 20:00
Dove:  Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Un Vania
di Anton Čechov, regia di Marcelo Savignone

  • Savignone porterà al Festival una originale versione di Zio Vanja di Anton Cechov: uno spettacolo brillante, comico e surreale che mescola la cultura russa e quella argentina.

Quando: 17 giugno ore 19:00 e 18 giugno ore 21:00
Dove: Galleria Toledo

Good People
di David Lindsay-Abaire, regia di Roberto Andò

  • Un testo contemporaneo avvincente e ricco di dialoghi arguti, spiritosi e commoventi, scritto dal pluripremiato autore americano David Lindsay-Abaire, sul desiderio di riscatto sociale e di cambiamento di vita.

Quando: 17 e 18 giugno 2014 ore 21:00
Dove: Teatro Mercadante

Vietato ballare | Interdit de danser
di Alessia Siniscalchi

  • “Siamo capaci di danzare veramente oggi? Di danzare per reagire alle ingiustizie che la società ci impone? Di danzare per sopravvivere a tanti, troppi paradossi?”. Spettacolo a metà tra la danza e la narrazione che si ispira alle regole condominiali della sede torinese del collettivo italo-francese Kulturscio’k, dove all’ingresso c’era scritto: “Vietato ballare”.

Quando: 17 e 18 giugno 2014
Dove:  Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Pinocchio
di Carlo Collodi, regia di Gustavo Tambascio

  • Omaggio alla celebre fiaba del burattino che si trasforma in bambino vero, ma anche all’arte circense, tra avventure, canzoni e coreografie, giochi di luce, trapezisti, giocolieri ed acrobati, a cura del creatore di musical Gustavo Tambascio.

Quando: 18 e 19 giugno 2014 ore 21:30
Dove: Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Dolore sotto chiave
di Eduardo De Filippo, regia di Francesco Saponaro

  • Atto unico di Eduardo De Filippo inserito nella raccolta Cantata dei giorni dispari, portato in scena da Francesco Saponaro ed interpretato da Luciano Saltarelli, in un testo ricco di echi pirandelliani.

Quando: 19 giugno ore 19:00 e 20 giugno ore 21:00
Dove:  Teatro San Ferdinando

Un Gabbiano
di Anton Čechov, regia di Gianluca Merolli

  • Un’originale versione del Gabbiano di Cechov, rappresentata “Tra atmosfere pieno melò e thriller simbolista” dove “gli uomini e le donne sono amati senza ricambiare”.

Quando: 19 e 20 giugno 2014 ore 21:00
Dove: Teatro Sannazaro

Istruzioni per minuta servitù
regia di Enzo Moscato

  • Un dramma che nasce da uno studio sui rapporti sociali tra classi deboli e classi di potere, e sul concetto di servitù secondo alcuni autori tra cui Genet, Strindberg, Swift, e poi i napoletani, Mastriani e Scarpetta, in un copione a due piani, con una lingua colta e una plebea, e una doppia dimensione, dei signori e dei servi, che si scambiano continuamente ruolo.

Quando: 19 e 20 giugno 2014 ore 21:30
Dove:  Nuovo Teatro Nuovo

Die Geschichte des Kaspar Hauser
regia di Alvis Hermanis

  • Un’opera teatrale ispirata a Kaspar Hauser, un personaggio che ha pervaso il romanticismo tedesco di fine ‘800 ma non solo, che ha passato dodici anni in una cella buia, incatenato al pavimento, e che compare un giorno in una piazza di Norimberga da adolescente e che impara a parlare, leggere e scrivere.

Quando: 21 giugno ore 20:00 e 22 giugno ore 19:45
Dove: Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Zio Vanja
di Anton Čechov, regia di Rimas Tuminas

  • Un’inedita versione di Zio Vanja presentata dal Vachtangov Theatre, dove domina l’azione e l’esplosione delle passioni, delle illusioni spezzate, dei sogni irrealizzati, come se fosse realizzata con il senno di poi, come se zio Vanja estrapolasse i ricordi dalla nebbia della memoria, analizzando ciò che ha sbagliato e ciò che non poteva evitare. Tra clownerie grottesca ed acrobazie.

Quando: 21 e 22 giugno 2014 ore 20:30
Dove: Teatro Mercadante

Making Babies
tratto da Making Babies di Anne Enright, regia di Fortunato Cerlino

  • La storia di una maternità dall’inizio della gravidanza fino al compimento del secondo anno del bambino ma, diversamente dal libro, propone anche il punto di vista maschile. Lo spettacolo è una riflessione sul tema della maternità e della paternità, ricca di ironia e spunti comici.

Quando: 21 e 22 giugno 2014 ore 22:15
Dove: Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Arrevuoto 2014 – Nono movimento – Donogoo
riscrittura da Jules Romains, a cura di Maurizio Braucci e Roberta Carlotto

  • Chiude il festival, come ogni anno, Arrevuoto, il progetto di teatro e pedagogia che, nel nono movimento, parte dal testo di Jules Romains Donogoo per approfondire, attraverso il teatro, il tema della modernità come concetto costruito dagli interessi finanziari.

Quando: 22 giugno 2014
Dove: Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi