Napoli, no alla pena di morte: Maschio Angioino illuminato per Cities For Life

Ago 2013

napoli-pena-di-morte

Anche Napoli contro la pena di morte. il 30 novembre il Maschio Angioino sarà illuminato per Cities For Life

La prima abolizione della pena di morte avvenne il 30 novembre del lontano 1786. Fu Pietro Leopoldo (granduca di Toscana) a firmare il codice leopoldino che soppresse questa atroce condanna.

Ogni anno, dunque, si ricorda questo giorno tramite l’avvenimento mondiale “Cities for Life”. Una data non solo per ricordare, ma anche per incentivare i 58 Stati che ancora non hanno abolito la pena capitale.

Anche la città di Napoli vuole partecipare a tale appuntamento, per tale motivo il giorno in cui cadrà l’anniversario della prima abolizione il nostro Maschio Angioino si illuminerà. In realtà, il monumento splenderà durante la notte a partire dal 28 novembre e le luce si spegneranno dopo il 30 novembre 2013.

amnesty_italia_contro_pena_morte

Un bagliore per evidenziare la totale opposizione di Napoli, nonché di Luigi de Magistris, alla pena di morte.

Ricordiamo che quest’iniziativa viene promosso dalla Comunità di Sant’Egidio (movimento laico di ispirazione cristiana cattolica) ed ha, ovviamente, lo scopo di aprire un dibattito su questa condanna da eliminare.


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi