Napoli: Moschea al posto del mercato ittico della Marinella

Ott 2012

Il decennale mercato ittico napoletano dell’area della Marinella, tra il Porto, via Marina e la zona del Carmine, sarà sostituito da una grande Moschea che rilancerà il degradato quartiere partenopeo.
È quanto affermato dal sindaco Luigi De Magistris con una nota.

L’operazione ha prima di tutto lo scopo di offrire ai credenti di fede musulmana un luogo dove riunirsi per pregare. Attualmente sono costretti a farlo nelle pubbliche piazze e, dunque, “l’amministrazione riconosce loro il disagio patito in questi anni e lavora per dare alla comunità islamica un luogo non solo idoneo ma anche gratificante per l’esercizio del culto”.

La scelta è ricaduta sull’edificio adibito a mercato ittico per vari motivi: innanzitutto l’area è abitata da molti musulmani, inoltre si riqualificherebbe non solo l’intera zona, ma anche una struttura di grande importanza storica ed architettonica.

La notizia ha visto levarsi critiche da diverse direzioni. Il capo dell’opposizione di centrodestra in Consiglio Comunale, Gianni Lettieri, considera inopportuna la decisione del sindaco: “non sono contro la realizzazione di una grande moschea a Napoli, mi chiedo solo se sia possibile tenere all’oscuro l’assemblea consiliare di una simile decisione”

Lettieri continua affermando che il sindaco avrebbe preso tale decisione “in solitudine” e d’accordo con la comunità musulmana, senza preventivamente comunicarlo alla città.
Anche sulla rete la gente si divide: c’è chi approva il progetto, parlando di “scelta di civiltà e tolleranza” e chi ritiene più opportuno “pensare prima alla nostra gente”.


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi