Napoli, crolla un palazzo alla Riviera di Chiaia: persone sotto le macerie (video)

Mar 2013

Tragedia a Napoli, nel quartiere di Chiaia. Verso le 10 di questa mattina è crollato un edificio in via Riviera di Chiaia, al civico 10, all’altezza dell’Arco Mirelli. Un’ala dello stabile è stata interamente sventrata. In pochissimo tempo si è diffuso il panico tra i passanti, dovuto alla caduta di detriti che hanno sommerso le auto in sosta ed un autobus.

Sotto le macerie probabilmente ci sono delle persone. Vigili del fuoco e ambulanze sono accorsi per scavare e, come riporta il Mattino, anche i passanti stanno aiutando per trovare ed accorrere eventuali vittime e feriti.

Napoli Riviera di Chiaia

Il palazzo era l’ex consolato francese, non era in condizioni critiche o pericolanti, ospitava prevalentemente uffici ed è stato interamente sgomberato. Edifici vicini sono rimasti senz’acqua.

Il crollo è avvenuto nei pressi dei lavori per la metropolitana ed alcuni passanti sostengono che siano stati questi la causa del tragico accaduto, dal momento che da quando sono iniziati gli scavi i palazzi circostanti sono scesi nel terreno di 18 millimetri.

Si attendono aggiornamenti sulle eventuali vittime.

AGGIORNAMENTO ORE 12:50

I vigili del fuoco comunicano che ufficialmente che non ci sono vittime sotto le macerie del palazzo crollato alla Riviera di Chiaia questa mattina.

Aggiornamenti ore 12:00

L’edificio crollato non è al civico 10, come avevamo annunciato, ma al 71, poco distante dal cantiere della metropolitana linea 6.

L’ufficio stampa del Comune di Napoli ha comunicato che, in via eccezionale, via Caracciolo è stata riaperta su entrambi i sensi di marcia, per facilitare il traffico veicolare e consentire i soccorsi.

Alcuni residenti hanno dichiarato che qualche giorno fa si era formato un avvallamento nel cortile di un altro palazzo, al civico 72, che aveva anche portato ad una dichiarazione di inagibilità di un esercizio commerciale che era stato già chiuso.

Gli abitanti dell’edificio, poco prima del crollo, erano stati invitati dai vigli del fuoco ad abbandonare lo stabile perché stavano lavorando ad una cabina elettrica che era già crollata.

Un’auto della polizia è stata schiacciata dalle macerie. Vivi per miracolo due agenti della Polizia municipale usciti dalla vettura prima del crollo.

Sotto le macerie si cercano, per il momento, una vigilessa ed il portiere dello stabile.

 

Foto di | Gerardo Ausiello e Newfotosud | Il Messaggero


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi