Mostra Rock al Pan di Napoli: presentata la quarta edizione

Feb 2014

La band Flagship si esibisce fuori al Pan per l'inaugurazione della mostra Rock

La quarta edizione della Mostra sul Rock sarà ospitata al Pan di Napoli e mostrerà vinili ed omaggi a grandi musicisti, ma anche una sezione dedicata a Massimo Troisi

La grande musica rock ritorna a vivere anche quest’anno tra le mura del Palazzo delle Arti di Napoli (PAN) e lo fa con la sua quarta edizione. Questa mattina, 22 febbraio 2014, c’è stata la conferenza stampa di inaugurazione dell’evento, che durerò fino al 6 aprile prossimo.

La partenza è stata in pieno stile rock: a suonare, all’esterno del Palazzo, sono intervenuti i Flagship, band ufficiale della US Navy di Napoli, composta da talentuosi ragazzi che hanno riproposto brani del classic rock che tutti amiamo. Dopo un inizio scoppiettante con Chuck Berry, abbiamo potuto ascoltare intramontabili classici come Jimi Hendrix, i Led Zeppelin, i Journey, passando naturalmente per i mitici Beatles.

Nonostante una pioggia battente (“ma anche a Woodstock pioveva”, ha fatto notare Carmine Aymone), lo show ha permesso di entrare nel pieno dello spirito rock e di iniziare la conferenza stampa di presentazione. Insieme a Carmine Aymone e Michelangelo Iossa, organizzatori dell’evento, erano presenti i rappresentanti dei partner istituzionali dell’evento: l’Assessore alla Cultura di Napoli Nino Daniele (l’evento è coorganizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune) ed il Console Generale USA a Napoli Colombia Barrosse.

Invece, il British Council, la Radio Universitaria del Suor Orsola Benincasa, Suoni del Sud ed Anm sono i partner culturali della mostra. L’ANM, inoltre, risulterà essere protagonista di una sezione della mostra, “Metrorock“, in cui si analizzerà il rapporto tra i mezzi di trasporto ed il rock.

conferenza stampa della mostra sul rock al pan di napoli

L’Assessore Daniele ha esordito dichiarando Napoli una capitale culturale e anche capitale del Rock. Infatti, nel nostro passato, molti artisti si sono ritagliati un ruolo importante da protagonisti in questo ambito, prima tra tutti il leader degli Osanna Lino Vairetti. Inoltre,è fondamentale ricordare che la musica rock fa un forte effetto di liberazione in chi la vive a pieno; basti considerare il ruolo rivoluzionario che ha assunto negli anni 50 e 60, soprattutto tra i giovani, spesso in contrasto con le forme dominanti.

Ecco perchè a Napoli, anche oggi piena di giovani con tante speranze, il rock continua a non significare rassegnazione, bensì un mezzo per riscoprire una dimensione collettiva per guardare con speranza al futuro.

Tra gli oltre 20 eventi in programma per tutta la durata della mostra, si è riservato uno spazio speciale anche ai più piccoli, come ogni anno. Infatti, dal 1 marzo inizierà il progetto BabyRock che, con la collaborazione del British Council, permetterà ai bambini in età scolare di imparare l’inglese attraverso le canzoni rock.

Inoltre, come nelle edizioni precedenti, ogni sala del secondo piano del Pan ospiterà un tema specifico: come punto di partenza ideale, si partirà dal personaggio di Elvis, padre del rock e colui che ha reso questo genere rivoluzionario, permettendo la nascita del 45 giri. Si potranno trovare autografi rari di grandi musicisti ed un omaggio a Lou Reed, attraverso due foto del fotografo Guido Harari.

Un’area tematica chiamata Documenti Monumenti permetterà al visitatore di comprendere al meglio le grandi canzoni del rock, contestualizzando il loro testo. Poichè la musica non è mai slegata dal sociale, non è possibile comprendere capolavori come The Wall, ad esempio, senza conoscere il perchè del Muro di Berlino.

gli abiti di scena del trio la smorfia

Altri spazi saranno dedicati ai fotografi e ai loro scatti. Ci saranno, ad esempio, alcune polaroid di Riccardo Piccirillo e scatti del già citato Harari.
Un’altra interessante sezione, la Rock Fantasy, divisa in Rock and Cartoons e Rock and Comics, mostrerà vinili con sigle di cartoni animati e disegni di illustratori Bonelli che hanno dedicato dei ritratti alle grandi rock star.

Un’altra importante area sarà dedicata al grande Massimo Troisi, in occasione del ventennale della sua morte, e verrà mostrato il rapporto che l’attore di San Giorgio a Cremano aveva con la musica. Saranno esposti i costumi di scena del trio La Smorfia, i vinili e le locandine relative ai testi musicali da lui scritti e rari oggetti di scena.

Tra gli eventi da segnalare, quello del 15 marzo in cui saranno ospiti Mark Wilkinson, celebre disegnatore britannico che ha ideato le copertine di molte band, ma prevalentemente quelle dei Marillion, e Fish, il cantante dei Marillion. Il 17 marzo, invece, sarà presente la principessa Elettra Marconi, figlia di Guglielmo Marconi, che visiterà la sala dedicata alla storia della radio.

Una mostra che dunque si preannuncia un vero omaggio al rock and roll che, però, non vuole solamente ridursi a mera esposizione di oggetti, ma mira ad essere punto di aggregazione e dialogo e, perchè no, riscoperta e rivalutazione di un genere che tutti, prima o poi, hanno amato.

Informazioni sulla Mostra Rock!4

Dove: Pan di Napoli, Via dei Mille 60
Quando: dal 22 febbraio al 6 aprile 2014
Orario: tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 19.30; la domenica dalle ore 9.30 alle 14.30. Il martedì sono chiuse le sale espositive
Prezzo: ingresso gratuito


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi