Maradona e la battaglia col fisco: smentito annullamento debito

Feb 2013

”La Commissione tributaria centrale non ha annullato, nè dichiarato estinto, nè modificato il debito che il signor Diego Armando Maradona ha con l’erario italiano”. È quanto affermato dall’Agenzia delle Entrate italiana a seguito della notizia in base alla quale l’ex calciatore del Napoli sarebbe stato “assolto” dal pagamento nei confronti del fisco.

Anzi, la sua richiesta di adesione al giudizio sul Napoli è stata rigettata, dunque Maradona dovrà pagare la somma di ben 40 milioni di euro al fisco. Nelle ore precedenti questa smentita, era circolata la notizia della nullità degli accertamenti fiscali a carico della Società del Calcio Napoli e dei suoi tesserati stranieri, tra cui figura lo stesso Maradona.

Si era anche parlato dell’estinzione, grazie al condono, di tutti i giudizi fiscali a carico del Napoli, di Maradona e dei due calciatori brasiliani, Careca ed Alemao, che negli anni ’80 giocavano nella squadra partenopea.

L’avvocato dell’argentino aveva anche dichiarato che

“Maradona è finalmente libero dall’incubo del fisco e dalle strumentalizzazioni a suo carico e ha dato mandato di agire in giudizio nei confronti dell’Agenzia delle Entrate e dell’Agente di riscossione per chiedere il risarcimento dei danni personali, all’immagine, patrimoniale e da perdita di chance subiti in questi anni di persecuzione con cartelle pazze: risarcimento per una somma quanto meno equivalente alla stessa pretesa ingiustamente addebitatagli, e cioè 40 milioni di euro”.“

maradona fisco italia


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi