HomeEventiComiconManifesto del Comicon 2016: Silver omaggia i primi esperimenti di animazione

Manifesto del Comicon 2016: Silver omaggia i primi esperimenti di animazione

Manifesto Comicon 2016 a Napoli

Il manifesto del Comicon 2016 realizzato dal Magister Silver!

Il Magister avrà un ruolo fondamentale anche per il Comicon 2016, così come per la scorsa edizione in cui, per la prima volta, è stata introdotta questa figura. Quest’anno sarà Silver, il creatore di Lupo Alberto, il nuovo Magister (il creatore di Lupo Alberto) ed a lui spetta la realizzazione del Manifesto del Salone Internazionale del Fumetto.

Silver ha quindi ideato e disegnato il manifesto, reso poi in maniera egregia dal direttore artistico Roberto Policastro per Doppiavù Design. L’immagine, così come programmato, deve essere una ed esplicativa al massimo, per riuscire a dare al pubblico, immediatamente, tutte le informazioni fondamentali del Comicon. Inoltre, deve richiamare il tema che è alla base della manifestazione, il filo conduttore che dall’anno scorso è alla base dell’evento: il rapporto tra fumetto e gli altri media.

L’anno scorso Milo Manara ha rappresentato il rapporto tra fumetto e stampa, e quest’anno Silver si è concentrato su uno dei primi esperimenti di animazione della storia: ha deciso di fare un tributo a Krazy Kat and Ignatz Mouse, di inizio ‘900, del maestro George Herriman.

Il suo manifesto indica, così, un legame tra i due media: così come il gatto originale di Herriman scambia per affetto le mattonate lanciategli dal nemico Ignatz il Topo, così Lupo Alberto riceve un mattone in testa dal rivale-amico Enrico la Talpa.

Potete osservare il Manifesto nella copertina in alto.