Lavezzi in Tribunale a Napoli: niente foto e video

Nov 2012

Lavezzi è stato chiamato oggi a testimoniare presso il Tribunale di Napoli circa l’inchiesta per riciclaggio di denaro sporco in attività di ristorazione in città.

L’ex attaccante azzurro è atterratto nella giornata di ieri a Capodichino, per poi essere avvistato in un noto bar di Posilippo. Lavezzi è apparso visibilmente commosso dall’abbraccio che il popolo partenopeo ha voluto ancora riservargli. Stamane, il pocho è piombato nell’aula 113 ed è stato ascoltato in qualità di testimone.

L’argentino, che non ha concesso l’autorizzazione di essere fotografato o filmato, era vestito in jeans, camicia a quadretti, giacca e scarpe ‘Converse All Star’. Nel processo sono coinvolti Mario Iorio, titolare del ‘Regina Margherita’, nota pizzeria del lungomare Caracciolo, e Vittorio Pisano, ex capo della Squadra Mobile di Napoli. Quest’ultimo è stato anche ospite a casa di Lavezzi per alcuni autografi sulle maglie.

Lavezzi

Il Pm ha interrogato a lungo l’attaccante sul rapporto con Antonio Lo Russo, figlio dell’ex capoclan Salvatore (oggi pentito), fotografato a bordo campo dell’impianto sportivo di Fuorigrotta. Lavezzi ha così risposto: “Lo conoscevo come ultrà e alcune volte venne anche a casa mia perché gli regalassi delle maglie. In Argentina è normale che i tifosi abbiano rapporti con i giocatori. Così era con lui. Una volta giocammo anche alla playstation. Se non ricordo male l’ho visto qualche volta allo stadio“.

Tra qualche ora al massimo, l’argentino ripartirà alla volta di Parigi.


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi