“La fila più lunga dei posteggiatori”: mandolini e tammorre al centro antico di Napoli

Ott 2013

La lunga fila dei posteggiatori, mandolini e tammorre a Napoli

Il più grande raduno di “posteggiatori” tra le strade del centro storico di Napoli, con mandolini, chitarre e tammorre

Domani, sabato 19 ottobre 2013, per le strade del centro storico di Napoli si assisterà ad uno spettacolo itinerante molto particolare e da non perdere. Si terrà il più grande raduno dei “posteggiatori”, organizzato dall’Associazione Mastro Masiello Mandolino in collaborazione con l’Associazione Corpo di Napoli.

L’evento, dal titolo Cose da Guinness dei Primati, consisterà in una lunga marcia di mandolini, tammorre e chitarre, realizzata da centinaia musicisti napoletani e provenienti da tutta la Campania che sfileranno tra le vie della città eseguendo le arie e romanze più celebri della musica popolare e classica partenopea, e facendo delle tappe nelle principali piazze: San Domenico Maggiore, Piazzetta Nilo, Largo degli Olmi, Piazza dei Girolamini, Piazza San Gaetano, dove il ritmo cadenzato delle “tammorre” accompagnerà qualche momento di riflessione dedicato a rifugiati e migranti, vittime del mare del presente e del passato.

Mandolini chitarre e tammorre al centro storico di Napoli

Obiettivo dell’iniziativa quello di rivalorizzare il centro antico di Napoli, considerato Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, ma che verte in condizioni di forte degrado ambientale e decadimento artistico e culturale.

Salvatore Masiello, patron dell’Associazione Mastro Masiello Mandolino ha spiegato:

“Abbiamo fortemente voluto questa manifestazione perché crediamo ancora nella possibile rinascita di questo pezzo di Napoli così pieno di storia e di storie; di chiese che hanno ospitato Santi e Re, di vicoli, piazze, palazzi ed oratori che hanno visto passare rivoluzioni popolari ed hanno prodotti grandi geni musicali. Napoli si specchia nel suo Centro Antico ed il degrado del Centro Antico va fermato per fermare il declino di una intera città. Noi abbiamo una sola arma, forse la più potente per dare un segnale di Speranza; quella della musica e sabato combatteremo con questa arma non letale per portare un messaggio di Speranza ai tanti giovani senza lavoro e senza più futuro ma anche un sorriso a chi attende da tempo che la napoletanità torni a scorrere tra le antiche arterie cittadine ed anche ai tanti turisti che questo volto di Napoli, quello allegro ma con un retroterra culturale che tutto il Mondo ci invidia, vogliono trovare”

Il Presidente dell’Associazione Corpo di Napoli Gabriele Casillo si augura che l’evento Cose da Guinness dei Primati farà da aprifila per turisti e cittadini alla 141^ Fiera di Natale ai Decumani, ancora non in programma tra gli eventi natalizi partenopei e per la quale manca meno di un mese. A tal proposito fa un appello al Comune di Napoli affinché avvii le procedure pratiche per l’iniziativa e riprenda la collaborazione con il Comune di Salerno per installare le Luci d’Artista.

Programma dell’evento

ore 10:00

Raduno in via San Giovanni Maggiore Pignatelli, 5
Esposizione di foto e spartiti originali “La canzone napoletana attraverso l’Unità d’Italia

ore 10:30 – 13:00

Corteo musicale con soste per esibizioni lungo il percorso. Chiusura in Palazzo Venezia.


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi