Insigne, il cugino finisce in manette per rapina aggravata

Mar 2013

Il cugino di Lorenzo Insigne è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Aversa per rapina aggravata. Raffaele Cristiano, 26 anni, residente ad Orta di Atella, si è reso responsabile di un atto criminoso ai danni di due giovani, all’esterno di un istituto bancario.

Questo accadeva nel comune di Frattamaggiore, terra natale del numero 24 azzurro, il 19 marzo del 2011: insieme ad altri due complici, il ragazzo si avvicinava furtivo alle vittime, intimando loro di consegnargli soldi e telefoni cellulari.

Le forze dell’ordine erano riusciti a risalire al Cristiano tramite disamina dei filmati registrati dalle telecamera a circuito chiuso di videosorveglianza, in cui saltava all’occhio chiaramente il numero di targa dell’auto a bordo della quale i malviventi si allontanavano dal luogo del misfatto.

Insigne cugino reclusione

Il giovane, per cui era stata disposta un’ordinanza di custodia cautelare, ha collaborato con la giustizia per l’identificazione degli altri due complici, confessando di primo pugno d’essere tra i responsabili diretti dell’illecito.

L’attenuante non è bastata ad evitargli la galera: il cugino dell’attaccante partenopeo dovrà scontare 3 anni di reclusione presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere.


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi