Improvvisamente l’estate scorsa di Tennessee Williams al Teatro Bellini

Feb 2014

Scena dello spettacolo Improvvisamente lestate scorsa di Tennessee Williams al Teatro Bellini di Napoli

Per i 100 anni dalla nascita di Tennessee Williams Elio de Capitani porta in scena lo spettacolo “Improvvisamente l’estate scorsa”

Per celebrare il centenario della nascita del celebre drammaturgo statunitense Tennessee Williams, il regista Elio de Capitani porta in scena uno spettacolo tratto dall’opera teatrale del 1958 Improvvisamente l’estate scorsa, dopo aver affrontato in passato anche la regia del testo Un tram chiamato desiderio, con l’indimenticabile Mariangela Melato.

De Capitani costruisce così sul palco il mondo di Tennessee Williams (spesso di natura autobiografica) ed i suoi personaggi, esistenze frantumate e sconvolte dalla vita, fragili ed impotenti, desiderose costantemente di fuga dagli altri e da sé stessi.

Una scena della regia di Elio de Capitani dell'opera di Tennessee Williams Improvvisamente l'estate scorsa al Teatro Bellini di Napoli

La vicenda prende vita nel giardino della signora Venable, ereditato dal figlio Sebastian, morto “improvvisamente l’estate scorsa”. Qui è arrivato anche il neurologo da lei chiamato, ufficialmente perché la ricca donna vuole finanziare il suo ospedale pubblico di New Orleans. Ma in cambio vuole che il medico operi la nipote Catherine Holly, che da un pò di tempo soffre di allucinazioni e crisi isteriche incontrollabili. L’unica cura possibile sarebbe la lobotomia, ma il neurologo decide prima di parlare con la giovane per comprendere l’origine della crisi. Catherine ha assistito alla morte del cugino Sebastian durante un viaggio all’estero ma non riesce a ricordarne le circostanze. Solo ogni tanto, grazie all’aiuto del dottore, emergono man mano particolari scabrosi. Ma nessuno in famiglia, né sua madre nè la zia, e mamma di Sebastian, vogliono scoprire cosa sia successo.

Improvvisamente l’estate scorsa è tratto dal mondo privato di Tennesse Williams, in particolare l’autore fu colpito da ciò che accadde a sua sorella Rose, fatta lobotomizzare dalla madre e costretta a perdere ogni capacità di agire in maniera autonoma e rinchiusa fino alla sua morte avvenuta all’età di 96 anni. Ciò che spinse il drammaturgo a farne un’opera teatrale fu il suo rifiuto di accettare il perbensimo e l’ipocrisia della società americana dell’epoca.

Informazioni sullo spettacolo Improvvisamente l’estate scorsa

Quando: dal 25 febbraio al 2 marzo 2014

Prezzo biglietti:

Martedì

  • I posto: 20 euro
  • II posto: 15 euro
  • III posto: 12 euro

Mercoledì, Giovedì e Venerdì

  • I posto: 25 euro; Ridotto: 22 euro
  • II posto: 20 euro; Ridotto: 18 euro
  • III posto: 17 euro-, Ridotto: 15 euro

Sabato e Domenica

  • I posto: 30 euro
  • II posto: 25 euro
  • III posto: 20 euro

Dove: Teatro Bellini, via Conte di Ruvo 14, Napoli


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi