Tentano furto in una scuola, ci trovano un seggio e la polizia

Feb 2013
Che i ladri dell’era della tecnologia spesso vengano sopravvalutati, nell’organizzazione di un furto, dal mondo del cinema, è cosa nota. Ma fin troppo spesso la realtà cinematografica impatta con violenza contro la realtà quotidiana in cui siamo immersi ogni giorno.
Ne sanno qualcosa i rapinatori che stamattina, alle 4:30, hanno forzato l’ingresso secondario della palestra della scuola media Sant’Alfonso Maria De’ Liguori a Napoli. Il loro obiettivo? Il furto di un computer ed una stampante della segreteria, un bottino che farebbe gola a qualunque rapinatore professionista. Altro che Lupin III°.
Il piano era curato e pianificato con estrema attenzione, tranne per un dettaglio.
I rapinatori, forse non votanti diligenti, si erano scordati che siamo in pieno weekend elettorale e che, guarda caso, quella scuola in questo periodo è utilizzata come sede di un seggio elettorale.

furto

E così il colpo è sfumato in quanto gli agenti di guardia, sentiti dei rumori provenire dalla palestra, un luogo dove anche i suoni più tenui rimbombano, sono intervenuti cogliendo in flagrante i maldestri scassinatori e regalando noi questo simpatico aneddoto.

Chissà che non si decidano a darsi ad una vita onesta.