HomeViabilitàMuoversi a NapoliLa funivia del Faito riapre ad agosto 2017: ecco prezzi e orari

La funivia del Faito riapre ad agosto 2017: ecco prezzi e orari

La Funivia del Faito riaprirà ad agosto 2017 e sarà prevista una fermata del treno turistico Campania Express. Ecco prezzi e orari.

La Funivia del Faito, che collega la città di Castellammare di Stabia con il monte Faito, riaprirà il 26 agosto 2017 con prima corsa alle 8.25.

Sarà resa più accessibile grazie alla fermata di Castellammare Centro del Campania Express, il treno turistico che collega le località più belle della costiera da Napoli a Sorrento.

La Funivia sarà aperta fino a novembre e riaprirà nel marzo 2018, dato che sono stati eseguiti tutti i lavori strutturali. Nei mesi fino a novembre l’orario sarà prolungato fino alle 19.25.

Prezzi della Funivia del Faito

  • Corsa semplice: 5.50 euro
  • Andata e ritorno: 8 euro
  • Andata e ritorno per residenti: 5 euro
  • Andata e ritorno per under 18: 3 euro
  • Abbonamento mensile 45 euro
  • Trasporto della bicicletta: 1 euro

I diversamente abili possono raggiungere il Monte Faito con il bus da Piazzale della stazione di Vico Equense, sulla linea Napoli-Sorrento, stazione provvista di rampe.

Orari della Funivia del Faito

Dal 26 agosto al 17 settembre 2017

8:25 – 9:05 – 9:50 – 10:15 – 10:35 – 10:50 – 11:05 – 11:35 – 12:05 – 12:35 – 13:05 – 13:35 – 14:05 – 14:35 – 15:05 – 15:25 – 15: 45 – 16:05 – 16:35 – 16:55 – 17:15 – 17:25 – 17:45 – 18:05 – 18:35 -19:05 – 19:25.

Dal 18 settembre al 5 novembre 2017

9:35 – 9:50 – 10:05 – 10:35 – 11:35 – 12:05 – 12:35 – 13:05 – 13:35 – 14:05 – 14:25 – 14:45 – 15:35 – 15:55 – 16:15 – 16:25.

I lavori alla Funivia del Faito

Solitamente le funivie ogni 60 anni necessitano di alcuni lavori per l’adeguamento strutturale e normativo, termine che è scaduto nel 2012, quindi per evitare la chiusura definitiva era necessario eseguire dei lavori di ammodernamento tecnico, di adeguamento alle norme antisismiche e di abbattimento delle barriere architettoniche.

Nell’estate del 2016 la funivia ha ottenuto una proroga straordinaria dal Ministero ed è rimasta aperta fino a settembre ma alla scadenza non ha ottenuto ulteriori proroghe.

A gennaio del 2017 sono iniziati i lavori di adeguamento strutturale e durante l’esecuzione sono nate delle complicazioni a causa del forte degrado in cui giacevano le travi e i pilastri delle due stazioni, pertanto si è dovuto ricorrere ad una modifica progettuale con il conseguente allungamento dell’iter autorizzativo che si è concluso alla metà di maggio.