Festa della Donna a Napoli 2014 | #Zeromimose, senza fiori e consumismo

Mar 2014

Locandina dell'evento Zeromimose dell'assessorato al Comune di Napoli per la Festa della Donna

#Zeromimose è l’iniziativa dell’assessorato ai Giovani del Comune di Napoli, per una Festa della Donna senza banalità né consumismo

La Festa della Donna non è legata soltanto all’acquisto delle mimose da regalare ad ogni esponente del sesso femminile, ma ha un significato molto più profondo. L’assessorato ai Giovani del Comune di Napoli propone, quindi, un 8 marzo senza fiori né consumismo, e lo farà con un’iniziativa dal titolo #Zeromimose, che racchiuderà una serie di eventi ed appuntamenti.

L’assessore Alessandra Clemente ha già cominciato, nella nostra città, un percorso per promuovere la vera parità, contro le discriminazioni e la violenza sulle donne, con la proiezione del documentario 8 marzo, una storia lunga un secolo, proiettato in sala giunta lo scorso 25 febbraio ed al quale hanno assistito i ragazzo dei licei Garibaldi e Galiani e dell’Isis Ipia Miano.

Alessandra Clemente ed il suo staff per l'iniziativa Zeromimose per la Festa della Donna a Napoli

Durante la presentazione dell’evento #Zeromimose la Clemente è stata affiancata da un team di sole donne: la consigliera provinciale Luisa Festa, Antonietta Selvaggio dell’Università di Salerno, la dirigente scolastica del liceo Garibaldi, Armida Filippelli; la giornalista Titti Marron, l’assessore della decima municipalità Noemi Spatuzzi e Annamaria Sabbatino della Canottieri.

#Zeromimose, sguardi, voci, gesti e passi di donna vuole essere un’iniziativa che sensibilizzi le donne ad andare oltre le banalità, oltre la gioia di stringere un ramoscello di mimosa in mano senza sapere neanche il perché di questa commemorazione, piuttosto che il festeggiamento, di questa data simbolica. Un’occasione per parlare di reali opportunità sociali e lavorative per le donne, contro ogni forma di discriminazione.

“Sta a ciascuna di noi  la responsabilità di valorizzare o piuttosto banalizzare la giornata dell’8 marzo. Il consumismo a volte soffoca le lotte per diritto di voto, emancipazione, lavoro, pari opportunità e ancora per consultori, asili nido e sessualità libera. Così come tutti gli altri significati che via via il movimento delle donne ha scelto nel suo cammino di dare all’8 marzo. La festa ricorda che un cammino è stato fatto e tocca a noi portarlo avanti”.

Sabato 8 marzo 2014 alle ore 10:30 al bar Gambrinus si terrà il prossimo appuntamento di #Zeromimose, seguito da un evento, a partire dalle ore 19:00, al Circolo Canottieri di Napoli, una serata dedicata a “Donne e società”.

L’obiettivo della giornata della Festa della Donna sarà quello di renderla un momento di riflessione e confronto, ma anche “occasione di partecipazione e coinvolgimento, nel sostegno concreto alle associazioni che, sul territorio di Napoli e provincia, contrastano quotidianamente la violenza di genere e ogni forma di discriminazione, coinvolgendo le donne di Napoli impegnate in diversi settori quali: cultura, sport, arte, impegno civile, associazionismo, spettacolo, giornalismo, politica, industria”.

Programma dell’evento #zeromimose per la Festa della Donna a Napoli:

ore 10:30

Performance al Gran Caffè Gambrinus seguita da una riflessione moderata da Chiara Marasca, giornalista del Corriere del Mezzogiorno, con racconti e testimonianze di donne.

ore 19:00

Serata-spettacolo presso il Circolo Canottieri di Napoli presentata da Francesca Sogniamiglio e Lorenzo Crea, con la partecipazione di: atelier, personaggi dello spettacolo, mondo della cultura, del volontariato e dello sport in una serata di solidarietà in sostegno degli sportelli antiviolenza delle associazioni.

Proiezione “Antigone” di Enrico de Luca

Proiezione “Donne e Sport” di Maria Grazia Orsani, campionessa mondiale di marcia

Sfilata di moda “Modelle in tutti i sensi” Vestiamo la libertà

Concerto della “Rotary Youth Chamber Orchestra”

Performance artistiche di Sveva Ventre, pittrice, e Roberta Zaumer, ballerina

Ospite d’onore: Gianluca di Gennaro, attore protagonista de “L’Oro di Scampia”

La giornata avrà come scopo la donazione di 6 borse di studio/formazione/lavoro, della durata di 1 anno, a favore di donne utenti degli sportelli di ascolto del territorio (Lilith, Cassandre, Dream Team e Maddelena) nel campo della moda, messe a disposizione dall’Accademia di Formazione Profashion Team di Nunzio Russo (che gode dei patrocini della Regione Campania e del Ministero alla Istruzione Formazione e Ricerca) per favorire un percorso di reinserimento nel mondo del lavoro. La stessa maison di moda metterà poi all’asta nel corso della serata un abito (a scelta della platea); l’incasso sarà devoluto a sostegno della cooperativa sociale Altri Orizzonti “Made in Castel Volturno – Vestiamo la libertà”, che opera con donne immigrate sottratte allo sfruttamento e alla tratta.


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi