De Laurentiis nega a Fabio Cannavaro il San Paolo per addio al calcio

Apr 2013

Fabio Cannavaro ha comunicato tramite il proprio profilo Facebook che il suo addio al calcio, in programma per il prossimo 13 maggio, dovrà essere rimandato a data da destinarsi. L’evento, i cui fondi sarebbero stati destinati alla ricostruzione di Città della Scienza, sarà spostato presso una sede diversa dal San Paolo, o comunque fissato in tempi relativamente distanti, probabilmente subito dopo agosto, nei primi giorni di settembre (il 2 sembra essere quello più accreditato).

Dispiaciuto del rifiuto secco di De Laurentiis, l’ex Pallone d’Oro ha scritto una lettera sentita ed emozionante, che vi invitiamo a leggere qui a seguire.

Fabio Cannavaro addio calcio

“Questa mattina mi è stato comunicato che il Presidente del Calcio Napoli sarebbe orientato a non concedere il suo benestare all’utilizzo dello stadio San Paolo, il giorno 13 maggio, per l’evento “Cannavaro & Friends”.

La motivazione risiederebbe nella necessità di iniziare i lavori di sistemazione dello stadio, indispensabili per ottenere la licenza UEFA e consequenzialmente per poter disputare le Coppe europee, appena terminato l’incontro che il Napoli giocherà in casa domenica 12 maggio. E pensare che avevo optato per questa data, nonostante la mia idea originaria fosse il 27 maggio, perché dallo stesso Napoli mi era stata indicata come l’unica che avrebbe potuto essere presa in considerazione, stante appunto la necessità di effettuare dei lavori allo stadio e al campo di gioco”.

Non sono esperto in materia ma, pur condividendo l’importanza di realizzare questi lavori il cui inizio mi risulta essere stato ritardato per cause indipendenti dalla Società, continuo a pensare che procrastinarli di 24 ore non dovrebbe arrecare un danno. In cuor mio spero ancora che il Presidente nelle prossime ore cambi il proprio orientamento e ci dia il via libera, anteponendo ai suoi più che legittimi interessi, che sono poi quelli del Calcio Napoli, quelli di una causa importante come la ricostruzione della Città della Scienza. Ma non solo! Un evento di questo genere è anche un segnale forte a livello internazionale, una chiara espressione del desiderio che Napoli ha di intraprendere nuove strade per dimostrarsi una realtà che vuole tornare ad occupare il ruolo che le compete. Ed è per questo che in ogni caso il mio progetto andrà avanti! Lo ritengo troppi importante per fermarsi di fronte a qualunque tipo di ostacolo.

Infatti, se il Presidente dovesse confermare il suo orientamento, gli chiedo fin d’ora di darmi il suo benestare, che domanderò ovviamente a tutti gli altri soggetti coinvolti, perché l’evento si svolga lunedi 2 settembre. Purtroppo il calendario calcistico è fitto di impegni e quindi il primo lunedì di settembre sembra essere la data meno problematica. Naturalmente sono aperto a suggerimenti e indicazioni che il Calcio Napoli volesse sottopormi. La mia necessità a questo punto è di avere certezze, che permettano alla macchina organizzativa, che da oltre un mese è al lavoro sul progetto, di proseguire con immutato slancio nel realizzare un’iniziativa della quale la Città della Scienza ha bisogno per rimettersi in piedi al più presto. In questo senso sono felice che Edoardo Bennato e Pino Daniele mi abbiano confermato la loro disponibilità a collaborare alla buona riuscita dell’evento, anche se malauguratamente fossi costretto a cambiare data. A questo punto spero proprio che il Presidente decida di unirsi a me nel fare questo grande regalo ai napoletani! Un abbraccio!”.

Fabio Cannavaro


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi