HomeCulturaDa De Nittis a Gemito: mostra al Palazzo Zevallos di Napoli sugli artisti napoletani a Parigi durante l’impressionismo

Da De Nittis a Gemito: mostra al Palazzo Zevallos di Napoli sugli artisti napoletani a Parigi durante l’impressionismo

La mostra Da De Nittis a Gemito al Palazzo Zevallos Stigliano di Napoli

A Palazzo Zevallos Stigliano una mostra sugli artisti napoletani influenzati dall’impressionismo francese, da Giuseppe De Nittis a Vincenzo Gemito.

Dal 6 dicembre 2017 all’8 aprile 2018 si terrà, nelle splendide sale di Palazzo Zevallos Stigliano, la mostra Da De Nittis a Gemito. I napoletani a Parigi negli anni dell’impressionismo, che offre un interessante focus sulla produzione artistica di pittori e scultori napoletani che operarono a Parigi nella seconda metà dell’Ottocento.

In questo periodo, infatti, quando cominciò a diffondersi la corrente artistica dell’Impressionismo, erano tanti gli artisti giunti da Napoli nella capitale francese, più numerosi di quelli provenienti dalle altre città d’Italia. Influenzati dagli impressionisti francesi, gli artisti napoletani iniziarono a sviluppare uno stile nuovo e moderno che coinvolgeva soprattutto i soggetti trattati, come i paesaggi, le marine e le vedute urbane.

Giuseppe de Nittis, Vincenzo Gemito e gli “impressionisti napoletani”

La mostra Da De Nittis a Gemito. I napoletani a Parigi negli anni dell’impressionismo ripercorre lo sviluppo della pittura napoletana alla luce dei cambiamenti e degli influssi dell’Impressionismo francese.

Esponente principale di questo fenomeno fu Giuseppe De Nittis, di cui sono una trentina le opere esposte, un pittore pugliese ma napoletano per vocazione e cultura, che a Parigi fondò un vero e proprio salotto artistico frequentato dai pittori napoletani giunti in città ma anche dai celebri Edgar Degas, Edmond de Goncourt, Charles François Daubigny. Fu qui che nacque la “pittura della vita moderna”, una contaminazione tra le rive della Senna e le pendici del Vesuvio.

Ma nelle sale di Palazzo Zevallos si potranno ammirare anche opere di Vincenzo Gemito, tra cui i suoi tanti ritratti e il grande “Pescatore”, presentato all’Esposizione Universale del 1878 e in prestito dal Museo Nazionale del Bargello, e di Antonio Mancini che dalla frequentazione del salotto di De Nittis sviluppò uno stile pittorico molto originale.

Tra gli altri artisti coinvolti nella mostra anche Giuseppe Palizzi, Domenico Morelli, Gioacchino Toma, Francesco Netti, Francesco Paolo Michetti, Federico Rossano, Edoardo Tofano, Giacomo Di Chirico, Alceste Campriani.

Informazioni sulla mostra Da De Nittis a Gemito

Quando: dal 6 dicembre 2017 all’8 aprile 2018

Orari:

  • Da martedì a venerdì dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso alle 17:30)
  • Sabato e domenica dalle 10 alle 20 (ultimo ingresso alle 19:30)
  • Lunedì chiuso
  • Aperture straordinarie: 18, 26 dicembre, 6 gennaio, 1 e 2 aprile.
  • Prolungamento orario fino alle 20: 8 dicembre, dal 26 dicembre al 5 gennaio (escluso il 31 dicembre 10.00-16.00), 1 aprile.

Prezzo biglietti:

Biglietto congiunto valido per la visita alle mostre temporanee e alle collezioni permanenti:

  • Intero: 5€
  • Ridotto: 3€
  • Gratuito per: convenzionati, scuole, minori di 18 anni, ogni prima domenica del mese, il 6 e l’8 dicembre, l’1 gennaio e l’1 aprile.

Dove: Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano, via Toledo 185, Napoli

Info e prenotazioni: Numero verde: 800.454229; info@palazzozevallos.com; Sito ufficiale