L’Aida di Giuseppe Verdi in scena al Teatro San Carlo

Dic 2013

L'Aida di Giuseppe Verdi in scena al Teatro San Carlo, regia di Franco Dragone

Al Teatro San Carlo va in scena l’Aida, in un allestimento scenico colossale e spettacolare firmato da Franco Dragone

Il 5 dicembre 2013 sarà finalmente inaugurata la stagione 2013/2014 del Teatro San Carlo con un’inedita rappresentazione di una delle opere più famose del mondo: l’Aida di Giuseppe Verdi.

Lo spettacolo va in scena per il bicentenario della nascita di Verdi e sarà un’Aida spettacolare, realizzata dal regista Franco Dragone, ideatore e creatore del meraviglioso Cirque du Soleil, e che ha tutte le intenzioni di far sognare il pubblico, con una macchina teatrale coinvolgente e ricca di effetti speciali, futuristica, post-apocalittica e minimalista, che fonde virtuosismo visivo a tecnologie di avanguardia.

Lo show maker originario di Cairano, in provincia di Avellino, affronta per la prima volta l’opera lirica e dichiara a La Repubblica: “Sono innamorato di questa storia, ho voluto un contatto stretto con la musica, tirando via tutto ciò che interferisce con essa”, e riguardo le emozioni che desidera suscitare negli spettatori: “Voglio che si commuovano, che non siano passivi. Io sono un uomo ‘mainstream sophisticated’. Sono sofisticato e allo stesso tempo popolare. Odio la cultura che si rinchiude negli schemi”.

Franco Dragone, regista dell'Aida al Teatro San Carlo

L’Aida fu scritta da Giuseppe Verdi nel 1869, ed è un’opera in quattro atti realizzata su libretto di Antonio Ghislanzoni per poter inaugurare il teatro dell’Opera del Cairo nel 1871, su commissione del Khedivè d’Egitto. L’anno successivo debuttò alla Scala di Milano. L’opera è stata considerata da sempre “senza tempo”, e racconta la storia di un grande amore, di una guerra e della morte. Elementi che, secondo Franco Dragone sono ancora di grande attualità:

Voglio la commozione, voglio sentire in sala un piccolo secondo di eternità. La mia Aida è un lavoro pacifista sulla paura e sull’angoscia, un’opera su un mondo che affronta l’ignoto. I nostri giovani sono senza lavoro e sembrano senza futuro. Siamo coinvolti da conflitti che ci atterriscono. Le guerre fanno vittime in un campo e nell’altro, calpestano l’onore e la dignità di uomini e donne. In scena ho aggiunto delle figure che non appaiono nel testo originale. Sono figuranti che chiamo ‘gli invisibilì e rappresentano gli uomini senza parola. La mia Aida non è spettacolare, ma estremamente attuale senza essere modernista. Non l’ho ambientata in un posto specifico, il teatro deve far lavorare l’immaginazione del pubblico

Foto | La Repubblica

Informazioni sullo spettacolo Aida

Quando: dal 5 al 17 dicembre 2013
Prezzo biglietti: variano in base ai giorni e ai posti, consultare il sito ufficiale
Dove: Teatro San Carlo


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi