5 mostre d’arte da visitare a Napoli a Natale 2014

Dic 2014

5-mostre-arte-napoli

5 mostre da non perdere a Napoli nelle festività natalizie, dalla classica scultura partenopea alle nuove tecnologie digitali, dall’arte contemporanea di Lucio Amelio alla street art di #Obey

Le festività natalizie finalmente sono sempre più vicine! Quale occasione migliore per tuffarsi nelle ricchezze artistiche e culturali della nostra città?

Musei e  luoghi d’arte di Napoli attendono soltanto una vostra visita e di motivi ve ne diamo almeno tre: 1) nel periodo di Natale abbiamo tanto tempo libero e possiamo trascorrerlo portando figli, parenti ed amici in giro per la città, esplorando e riscoprendo i suoi tanti monumenti e musei; 2) le temperature rigide di questo periodo vi convinceranno ad uscire dal tepore (e dalla noia) della vostra casa per trovare riparo in luoghi riscaldati e coperti che alimenteranno il vostro desiderio di cultura e di conoscenza; 3) le mostre e le esposizioni artistiche allestite nei diversi musei di Napoli per questo Natale sono davvero tante e ce n’è per tutti i gusti!

Noi di Napolike vi consigliamo le 5 mostre d’arte da non perdere a Napoli in queste festività natalizie, quindi prendete nota!

Se invece amate il teatro non perdete gli spettacoli in scena durante il periodo natalizio a Napoli!

Il Bello o il Vero a San Domenico Maggiore

Nel cuore del centro storico di Napoli, all’interno del Complesso di San Domenico Maggiore sarà possibile visitare la mostra Il Bello o il Vero.  La Scultura napoletana del secondo Ottocento e del primo Novecento.

Non si tratta della solita esposizione di statue e sculture, ma di una mostra unica nel suo genere che propone ai visitatori un vero e proprio viaggio immersi nella storia dell’arte partenopea e che si avvale delle più avanzate tecnologie di fruizione. Le 250 opere esposte provenienti da musei, gallerie e collezioni private di tutta Italia, infatti, potranno essere non soltanto ammirate nella loro bellezza scultorea tangibile, ma anche esplorate attraverso le nuove tecnologie digitali ed interattive che amplificheranno le modalità di fruizione.

Attraverso un’app scaricabile gratuitamente i visitatori potranno “dialogare” con le opere e saranno le stesse sculture a raccontarsi quando questi si avvicineranno alle singole opere, dotate di appositi sensori. Alcune sculture saranno ricostruite in 3D su schermi interattivi ad alta risoluzione che il il visitatore potrà “ruotare”, spostare nello spazio tridimensionale e scoprirne ogni dettaglio attraverso comandi gestuali touchless.

Quando: fino al 31 gennaio 2015
Ingresso: libero

Ulteriori informazioni sulla mostra Il Bello o il Vero

Shepard Fairey #Obey al Pan

Al Palazzo delle Arti di Napoli è in scena la street art americana con l’esposizione di 60 opere del suo esponente maggiore, Shepard Fairey. Conosciuto al grande pubblico come #Obey, Fairey è l’autore della campagna elettorale che portò Barack Obama alla presidenza degli Stati Uniti. I suoi manifesti che mostravano il volto stilizzato in quadricomia dell’attuale presidente degli Stati Uniti sovrapposto ai termini Hope (speranza), Change(cambiamento) e Progress (progresso)nel 2008 fecero il giro del mondo, diventando una vera e propria icona sia del “personaggio Obama” sia dello stile di Shepard Fairey. 

La mostra al museo Pan è a prima realizzata in uno spazio museale italiano, per raccontare l’evoluzione stilistica dell’artista, tra cui la serie realizzata per la città di Venezia, Capitol hill, la monumentale tela, finora mai esposta, a cui si affiancano lavori provenienti da collezioni private.

Quando: fino al 28 febbraio 2015
Ingresso: 8 euro

Ulteriori informazioni sulla mostra di Shepard al Pan

Ori, argenti, gemme e smalti della Napoli angioina al Museo del Tesoro di San Gennaro

I più pregevoli tesori della Napoli Angioina dal 1266 al 1381 saranno in esposizione, per la prima volta in un’unica raccolta, nella suggestiva cornice del Museo del Tesoro di San Gennaro, in un’unica raccolta.

I visitatori potranno ammirare i più importanti manufatti in metallo del cosiddetto “secolo d’oro” della storia artistica, civile, politica e culturale della nostra città sotto la dinastia degli Angiò, quando Napoli divenne una vera e propria capitale, una delle città più popolose d’Europa ed il centro vitale della produzione artistica e letteraria. In un’immersione tra gioielli ed ori di gran lusso, stemmi, decori e sigilli angoini.

Quando: fino al 31 dicembre 2014
Ingresso: 3 euro

Ulteriori informazioni sulla mostra al Museo di San Gennaro

Lucio Amelio al Museo Madre

Il Museo d’arte Contemporanea di Napoli dedica una mostra al celebre gallerista napoletano Lucio Amelio per i vent’anni dalla sua scomparsa. Lucio Amelio è stato uno dei protagonisti del panorama artistico contemporaneo internazionale e nella mostra intitolata Lucio Amelio, dalla modern art agency alla genesi di terrae motus (1965-1982). Documenti, opere, una storia…, sarà raccontato il suo merito più grande, quello di aver reso Napoli uno dei centri più importanti della produzione e della riflessione artistica degli ultimi decenni a livello nazionale e internazionale.

Tra opere di Rauschenberg, Merz e Kounellis, Beuys, Andy Warhol, i protagonisti dell’Arte Povera e della Transavanguardia italiana, fino al progetto Terrae Motus quando Lucio Amelio chiamò 50 artisti ad esprimere le loro reazioni al devastante evento del terremoto dell’Irpinia del 1980.

Quando: fino al 9 marzo 2015
Ingresso: 7 euro

Ulteriori informazioni sulla mostra di Lucio Amelio

Vincenzo Gemito al Museo di Capodimonte

Il più celebre scultore napoletano sarà il protagonista della mostra Vincenzo Gemito dal salotto Minozzi al Museo di Capodimonte, dove saranno esposte ben 90 sue opere. Si potranno ammirare sculture in bronzo ed in terracotta, disegni e bozze di uno dei più grandi artisti partenopei, scultore ma anche eccellente disegnatore ed orafo, ma anche la pregiatissima collezione privata composta da 372 pezzi, acquistata l’anno scorso dal Mibac, di Achille Minozzi, imprenditore partenopeo, amico e grande estimatore delle opere di Gemito.

Quando: fino al 16 luglio 2015
Ingresso: 7,50 euro

Ulteriori informazioni sulla mostra di Vincenzo Gemito


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi